Allenare il cervello

Il cervello umano non smette mai di imparare. Il processo di sviluppo cerebrale inizia nel grembo materno e continua fino in età molto avanzata. Tra i 40 e 60 anni, per esempio, si consolidano le interconnessioni tra la regione cerebrale preposta all’analisi e quella che gestisce le emozioni. Nei test scientifici che analizzano le competenze linguistiche, i settantenni ottengono risultati migliori dei cinquantenni.

Non tutti i ricercatori la pensano così, ma in un certo senso il cervello cambia un po’ come i muscoli: allenandolo diventa più performante. Per converso, però, si può anche dire che il cervello diventa meno flessibile se non viene sollecitato a sufficienza.

La capacità di apprendere per tutta la vita e una flessibilità mentale quasi illimitata sono peculiarità dell’essere umano. Ma come mai, contrariamente ai bambini e agli adolescenti, spesso gli adulti smettono di percorrere strade nuove? Quando passa la voglia di imparare cose nuove? È forse la routine quotidiana a restringere i nostri orizzonti? Perché non prendiamo esempio dai bambini e dalla loro voglia sconfinata di fare nuove scoperte?

Non esiste un’unica tecnica per allenare il cervello. Per mantenerlo sano non c’è nulla di meglio che vedersi con gli amici, percorrere strade inabituali, imparare qualcosa di nuovo (una lingua, a cucinare, a suonare uno strumento musicale, un’attività sportiva ecc.), in poche parole basta condurre una vita attiva!

Il cervello è il nostro organo più importante: comanda il corpo, i sensi e le emozioni, ma in realtà lo conosciamo poco.

La Lega svizzera per il cervello sostiene la ricerca neurobiologica in Svizzera e fornisce consigli alla popolazione per mantenere sano il cervello.

La Lega svizzera per il cervello è integralmente finanziata dalle offerte dei privati. Contribuite anche voi alla ricerca sul cervello in Svizzera.

Fate la vostra offerta

Premio per la ricerca

Ogni due anni, la Lega svizzera per il cervello conferisce un premio dell’ammontare di 20’000 franchi a un gruppo di studiosi svizzeri per un lavoro scientifico di eccellenza nel campo della ricerca sul cervello.

Plus

Wir verwenden Cookies und Analysetools, um Ihnen den bestmöglichen Service zu gewährleisten. Indem Sie auf der Seite weitersurfen, stimmen Sie der Verwendung von Cookies und Analysetools zu. Weitere Informationen finden Sie in unseren Datenschutzbestimmungen ».

Ich stimme zu

Nous utilisons des cookies et des outils d’analyse dans le but de vous garantir le meilleur service possible. En continuant de surfer sur notre site, vous donnez votre consentement à l’utilisation de cookies et d’outils d’analyse. Veuillez consulter no dispositions relatives à la protection des données » pour de plus amples informations.

J’accepte